A Think4Food premiata l’innovazione sostenibile nell’agroalimentare

Sono tre i vincitori premiati nell’ambito del progetto Think4Food, ideato da Legacoop Bologna per mettere in connessione le imprese cooperative con startup, ricercatori e studenti universitari che hanno idee innovative per lo sviluppo sostenibile nel settore agro-alimentare.

La giuria ha selezionato i tre migliori progetti fra quelli presentati da startup, studenti e ricercatori under 40 impegnati nello sviluppo di idee innovative e sostenibili, in grado di contribuire, nel settore agroalimentare, al raggiungimento di uno più dei 17 SDGs, gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030. Sono stati premiati nell’ambito dell’incontro “Think4Food: Scenari futuri per l’economia agro-alimentare”, giovedì 20 settembre dalle 10,30 alle 13,30 alla Fondazione FICO Eataly World, in via Paolo Canali 8 a Bologna, nello spazio 118.

Il primo premio è stato assegnato ex equo a due startup, che ricevono ciascuna 3.500 euro. Sono Beeing, di Faenza, che ha inventato un’arnia per produrre miele in contesti urbani ed estrarlo senza entrare in contatto con le api; e Vegea, di Trento, che ha sviluppato la tecnologia VegeaTextile per la produzione di tessuti con residui dell’industria vitivinicola come le vinacce. Il terzo premiato, con 3.500 euro, è Tolly, un condimento ricco di antiossidanti a base di olive e pomodoro che si ottiene grazie a una tecnologia creata da un team di ricercatori coordinato da Federica Tesini dell’Interdepartmental Centre of Industrial Agrifood Research, centro ricerche dell’Università di Bologna, oggi oggetto di una domanda di brevetto depositata dall’ateneo.
“Con Think4Food abbiamo raggiunto diversi obiettivi, primo fra tutti il sostegno alle nuove imprese che sviluppano progetti sostenibili in un settore strategico per il territorio. L’economia circolare sarà sempre più il modello economico della cooperazione – ha dichiarato Rita Ghedini, presidente di Legacoop Bologna, intervenendo nel corso dell’evento di premiazione – Con Think4Food e con diversi altri progetti di coinvolgimento di giovani imprenditori e universitari, stiamo creando un vivaio di futuri cooperatori e progetti innovativi utili soprattutto alle grandi cooperative che operano in settori maturi e hanno bisogno di innovazioni continue per restare competitive sui mercati. Dall’esperienza d’impresa di quelle grandi cooperative, i giovani startupper hanno molto da imparare per avere successo nel proprio business. Infine – conclude Ghedini – iniziative come questa confermano il nostro impegno per il sostegno ad attività in grado di creare nuova e buona occupazione, per dare risposta ad una delle principali esigenze della nostra società”.

Il progetto Think4Food è promosso in collaborazione con Legacoop Imola, Legacoop Agroalimentare Nord Italia e Confcooperative Bologna, con il contributo della Camera di Commercio di Bologna.