A Imola un incontro per conoscere il bando Coopstartup

C’è tempo fino al 31 ottobre 2018 per partecipare a Coopstartup, il bando con cui Legacoop Bologna e Coopfond mettono a disposizione 45 mila euro per under 40 che lavorano, studiano o vivono a Bologna e nei comuni dell’area metropolitana e vogliono creare startup cooperative.

L’incontro a Imola

Giovedì 18 ottobre il bando sarà presentato alla Casa della Cooperazione a Imola, in via Emilia 25, nella Sala delle stagioni. Alle 17,30 apriranno l’incontro Domenico Olivieri, presidente di Legacoop Imola, e Mirco Mongardi, di Generazioni Legacoop Emilia-Romagna. Sono previsti gli interventi di Simone Gamberini, direttore di Legacoop Bologna, Alfredo Morabito, direttore della Promozione attiva di Coopfond, Christian Gironi, direttore dell’incubatore d’impresa Innovami, Gildo Bosi, automation R&D manager di Sacmi, leader mondiale nei settori delle macchine per ceramiche e packaging. L’incontro sarà concluso da un aperitivo di networking.

Che cos’è Coopstartup

I singoli, i gruppi, le neocooperative che partecipano a Coopstartup, candidandosi sul sito www.coopstartup.it/bologna entro le 14 del 31 ottobre 2018, potranno accedere gratuitamente a un programma di formazione, finalizzato alla costituzione di startup cooperative, attraverso la piattaforma di e-learning “10 Steps and Go”. I primi 10 che supereranno la prima selezione sulle idee imprenditoriali saranno premiati con l’accesso a un percorso finalizzato a trasformare l’idea iniziale in progetto d’impresa. Infine i 3 che supereranno la seconda selezione sui progetti imprenditoriali riceveranno l’accompagnamento alla costituzione in cooperativa da parte di Legacoop e, se aderiranno all’organizzazione, un contributo a fondo perduto di 15 mila euro per avviare la nuova impresa, oltre all’accompagnamento post-startup nei 36 mesi successivi.

Perché è nato il progetto Coopstartup

“La promozione cooperativa è nella nostra mission e l’innovazione è l’elemento che più di altri ha caratterizzato Legacoop Bologna in questi ultimi anni – commenta Rita Ghedini, presidente di Legacoop Bologna – Innovare, aprire ai giovani, portare l’impresa cooperativa in nuovi mercati, restando ancorati ai valori mutualistici in grado di generare maggiore giustizia sociale, questi sono i nostri obiettivi strategici”.

“Il progetto Coopstartup punta a generare imprese che non si limitino a sfruttare una buona idea per realizzare guadagni immediati, ma abbiano l’ambizione di creare lavoro qualificato e opportunità per il territorio nel corso del tempo – spiega Aldo Soldi, direttore generale di Coopfond –. È la via cooperativa alle startup. Un percorso che non utilizza, tra l’altro, finanziamenti pubblici, ma risorse messe a disposizione dalle cooperative esistenti che versano al Fondo il 3% degli utili realizzati proprio per sostenere la nascita di nuove imprese, lo sviluppo di quelle esistenti o la ripresa di quelle in difficoltà”.